19 Marzo

‎Tre viole ed un tralcio d’edera, colti sul ciglio davanti al camposanto.
A te basta cosi, perche’ questo avresti voluto anche in vita.
Cose umili ma sentite perche’ da umile stirpe venivi.
Tante le cose che mi hai insegnato: l’onore, la dignita’,l’amore, la benevolenza, e te ne sono grato Marcello.
Ma l’umilta’e’ quella cosa che non ho preso da te e mi rammarico.
Non e’ tardi per dirtelo perche’ sei qui dentro di me e ascolti ogni mio pensiero.
E sai che non scordo mai le nostre brevi, ultime conversazioni.
Le parole più grandi del padre al figlio quelle che mi dicesti.

Ciao. Luciano

Annunci

Informazioni su Luciano Nistri

Sovrano Gran Commendatore Gran Maestro della Gran Loggia Virtuale d'Italia GLVDI
Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...